Chi sono

 

 Mi chiamo Manuela Rossi, mi sono laureata con lode in Scienze della Comunicazione presso l'Università di Salerno, il 18 febbraio 1997.

 La mia ricerca del benessere mi ha portato ad interessarmi di psicologia, meditazione, alimentazione, yoga.

Ho incontrato lo shiatsu e me ne sono innamorata.

Massaggiare è una cosa che mi era sempre piaciuta; il contatto fisico è una forma di comunicazione istintiva, che ci riporta un po' a quando eravamo bambini.

Abbiamo bisogno di essere toccati, contattati, abbracciati. Non siamo solo spirito ma anche forma, materia, significato e significante, tempio vivente, suoni e partitura, cattedrali gotiche, progetto, opera, impalcatura.

Ho seguito il corso professionale di operatore shiatsu - corso triennale - con l'insegnante Alfonsina Scognamiglio presso l'Associazione "Casa della Luna" a Pozzuoli.

Intanto è nato in me il desiderio di conoscere e approfondire sempre più il mondo del benessere naturale: mi sono iscritta all'AIOB, Accademia Italiana Operatori del Benessere, conseguendo il diploma, triennale, di Operatore del Benessere, Naturopata e discipline Bionaturali, nel giugno 2009.

Oltre allo shiatsu, quindi, conosco e pratico altre tecniche bioenergetiche: utilizzo i fiori di Bach, l'aromaterapia, la riflessologia plantare. In genere un mio massaggio è un trattamento riequilibrante che si avvale di varie tecniche.

Ho pubblicato i romanzi "Una cosa bella", "Lo scrigno" e "Con il Suo aiuto", il saggio "La felicità è di questo mondo?", i volumi di poesie "Puoi amare?" e "Quando c'incontriamo" e "Un anno di benessere. Riflessioni, consigli e strategie per sentirsi più sereni, energici e vitali" e "Un anno di serenità. Per vivere il presente con armonia ed equilibrio".

Ho conseguito il titolo di "Esperto Massaggiatore del Benessere" (2012) presso il Centro Studi e ricerche Icaro, Santa Maria Capua Vetere (CE).

Dedico buona parte della mia giornata allo studio e alla pratica della naturopatia e del benessere.

Aiuto le persone a stare bene dolcemente, a stare meglio, a capire cosa c'è dietro i loro sintomi.